I will wait

Oggi mi è successa una di quelle cose pesantissime, intime, che feriscono in modo viscerale legate al passato. Alla mia famiglia, al mio dolore. A quella casa. Legata a ricordi lontani, umiliazioni passate che ribollono sotto masse argillose di terreno. Non posso parlartene perchè provo vergogna. Se potessi la nasconderei questa vergogna, sotto strati eContinua a leggere “I will wait”

Quel che resta

È successo ancora e speravo non succedesse mai più perchè so davvero molto bene, fin troppo bene quanta fatica occorre, quanta resistenza, quanta pazienza e forza ci voglia. Non so stare da nessuna parte evidentemente, né con né senza. Solo l’anno scorso ho inviato qualcosa come 1000 cv, mi hanno lasciato a casa dopo unContinua a leggere “Quel che resta”

Perdonami

Perdonami per tutte le volte  che ti ho costretta a chiedere scusa e non se lo meritavano perdonami  se non ti ho detto abbastanza  sei bella perdonami se ti ho trascinato fuori quando potevi farcela perdonami se ti ho costretta a sopportare quando volevi lasciare perdonami per tutte le carezze non date perdonami per nonContinua a leggere “Perdonami”

A volte per andare avanti bisogna tornare indietro

A volte per andare avanti bisogna tornare indietro. è la prima frase che scritto in una racconto pubblicato in un’antologia. Sono passati anni da allora, la scrittura è diventata sempre meno di racconto e più di sfogo personale, ma oggi questa frase la sento particolarmente. Ho lasciato il lavoro dopo solo un giorno, dopo averContinua a leggere “A volte per andare avanti bisogna tornare indietro”

Lo confesso

Alla fine è giusto che lo dica almeno qui, almeno ci provi a dirlo a me stessa. Alla fine è giusto che ne prenda atto. Alla fine è giusto che io sia onesta. NON sono una bella persona perché oggi comincio e non ho dormito per un misto di ansia e non voglia. Sento daContinua a leggere “Lo confesso”

Un quarto di miglio

Devo scrivere da mesi, ma rimane tutto qui dentro di me e non vuole uscire, ho tutto in testa, tutto dentro e non voglio farlo uscire e straripare. mesi duri di solitudine, di attese, di delusioni, vorrei solo dimenticare e andare avanti, lasciare andare definitivamente ciò che è stato. Ho resistito in un lavoro cheContinua a leggere “Un quarto di miglio”

ultime

La mattina arrivo già estraniata, come in un film di Sorrentino ascolto “il mondo” mentre attraverso il lunghissimo corridoio che separa le aree di produzione, l’odore di mentolato o di qualche altro composto chimico che inseriscono per dare esperienze diverse al consumatore, impregna i muri e poi le narici, la bocca, fino a sentirlo nelleContinua a leggere “ultime”

Sfide

Uso questo blog per i pensieri più arditi, per le confessioni private, quelle tra me e me e poi lascio che questi pensieri solchino l’etere, senza alcuna pretesa. Non c’è il desiderio di avere più “mi piace” possibili, o la necessità di far riflettere su un tema per forza. Accolgo quello che viene; che sianoContinua a leggere “Sfide”

ti auguro…

Se hai trovato questo libro vuol dire che la persona a cui l’ho dato ha deciso di assecondare la richiesta, e va bene non potrei mai essere arrabbiata. ti auguro di trovare nella tua vita qualcuno che possa scavarti dentro che possa entrarti sotto le vene di cui sentirne la mancanza di cui agognarne laContinua a leggere “ti auguro…”