Ruote e portoni

Vi prego ditemi che questo è un incubo e poi ci si risveglia, ditemi che la ruota gira, che ci sono i portoni, le finestre, i pertugi, ditemi che non piove per sempre, che esistono altre possibilità, che mal comune mezzo gaudio, che ho ancora resistenza, che sto scontando una pena ma ha un tempoContinua a leggere “Ruote e portoni”

Auguri

La città è ricoperta di nuvole. Chissà quanti giorni come oggi hai passato a guardare verso il cielo e magari bambino e poi ragazzo ti sei chiesto: pioverà?! Potrò andare a giocare fuori?! Potrò raggiungere quell’amico senza inzupparmi?! Potrò giocare quella partita?! Mi piace immaginarti nel tuo passato. Oggi che si sanciscono 50 anni diContinua a leggere “Auguri”

A case of you

Io non ho nomi. Non ho nessuno che mi chiami mamma. Non ho voci, ricordi, mani che mi cercano, pianti, sorrisi, capricci, disagi, litigi, urla, risate, richieste. Non ho abbracci, rimproveri. Non ho niente. Solo una ricostruzione di un futuro che non esisterà mai prodotta dalla mia testa e il ricordo di un corpicino teneroContinua a leggere “A case of you”

Tu

Sono accadute così tante cose da quando ho scritto qui l’ultima volta. così tanta paura, ansia e pianto. Ho scoperto che mio figlio è un maschio, che non bisogna affidarsi troppo alla statistica dei test, che di aghi ne sto vedendo tanti ma uno come quello per la villocentesi mai, che so essere meno narcisistaContinua a leggere “Tu”

Pensieri sparsi

Cambia che siano 3 o 5 o 12 ? è tutto tempo irrisorio… mesi, giorni, ore, minuti e secondi passati a desiderare qualcosa che non si può avere e nel desiderio ogni frazione è solo un sospiro di attesa in più. Con cosa compenserò questo tempo passato ad attendere che le “giuste” condizioni si creino?!Continua a leggere “Pensieri sparsi”

Riflessioni notturne

È strano pensare al virus fuori, ai traumi che ci portiamo dentro. È un periodo strano mi sembra di essere ancora più sospesa. Le persone oggi stavano vicine passeggiavano e questa ragazza che ho incontrato solo due volte mi ha baciato appena ci siamo viste, le ho detto che avremmo dato scandalo. Ha parlato conContinua a leggere “Riflessioni notturne”

Riflessioni di attesa

L’apatia si impossessa di me oggi, provo a scacciare i cattivi pensieri e mi convinco a forza di sorrisi, che le cose andranno meglio. Non ho voglia di lamentarmi, di scrivere, di suonare, di pensare. Muta. in attesa ancora una volta. Dopo aver macinato decisioni, setacciato pensieri alla ricerca di qualcosa da seguire, di unContinua a leggere “Riflessioni di attesa”

Sfide

Uso questo blog per i pensieri più arditi, per le confessioni private, quelle tra me e me e poi lascio che questi pensieri solchino l’etere, senza alcuna pretesa. Non c’è il desiderio di avere più “mi piace” possibili, o la necessità di far riflettere su un tema per forza. Accolgo quello che viene; che sianoContinua a leggere “Sfide”

Più l’acciaio

Ho comprato un pianoforte digitale, credo di averlo annunciato al mondo intero, volevo prenderlo da tempo ma non mi decidevo per paura, per timore reverenziale. Sono maestra nel farmi troppi problemi e nel creare esagerazioni, sono piuttosto melodrammatica.  Vivo questi giorni cercando di allontanare l’aspettativa, una volta attraversato il confine del giudice interiore che bloccaContinua a leggere “Più l’acciaio”

Amandoti

Alle volte la vita mi sembra un film di Ozpetek, e così penso ai copioni di due persone che non si troveranno mai, che non faranno mai l’amore, che non si baceranno mai, che non potranno stringere mai le mani l’una in quella dell’altra, penso alle loro parole, ai loro struggenti sentimenti, mentre fuori ilContinua a leggere “Amandoti”