Più l’acciaio

Ho comprato un pianoforte digitale, credo di averlo annunciato al mondo intero, volevo prenderlo da tempo ma non mi decidevo per paura, per timore reverenziale. Sono maestra nel farmi troppi problemi e nel creare esagerazioni, sono piuttosto melodrammatica.  Vivo questi giorni cercando di allontanare l’aspettativa, una volta attraversato il confine del giudice interiore che blocca… Continua a leggere Più l’acciaio

Who’s gonna tell you when, it’s too late

Sono giorni che vivo sempre lo stesso giorno, cambia leggermente nei contorni, cambiano i vestiti, cambiano le facce degli autisti dell’autobus, per il resto è tutto uguale. Mi sveglio, ho sonno, tentenno, mi alzo, è tardi, mi lavo, mi vesto, mangio la stessa colazione del giorno prima, corro verso la stessa pensilina, salgo sul bus,… Continua a leggere Who’s gonna tell you when, it’s too late

Il destino..

“il destino per punirci esaudisce i nostri desideri” Lessi questa frase su una bustina di zucchero, per molto tempo l’ho tenuta con me nel portafoglio, mi aveva colpito molto l’accostamento dei termini punire ed esaudire, per molto tempo pensai che fosse la frase perfetta per il mio periodo “musicale” : hai avuto un principio di… Continua a leggere Il destino..

Forme di saggezza

Non so come andranno le cose ma sto resistendo a fatica certo ma forse, dico solo forse qualcosa riuscirò ad ottenere. Mi sfianca così tanto parlarti, mi assedi e tenti di fagocitarmi ma i curatori dell’anima non possono avere sempre e comunque ragione, certo sembra che l’immobilità di questi giorni sia immobilità reale della schiena,la… Continua a leggere Forme di saggezza