La notte

La notte rastrella i nostri pensieri, i nostri tentennamenti. La notte raccoglie noi giovani amanti e ci ammanta raccogliendo le luci di questa città ormai straniera per te. Ti osservo sicuro, mi sfiori per sbaglio. Nella luce dei lampioni tu sei un po’ più vecchio e io un po’ più giovane. La notte tu liberiContinua a leggere “La notte”

Pubblicità

Le dieci stanze

Anche per questa antologia ho scritto un racconto, essendo un’antologia erotica, mi è stato consigliato di usare uno pseudonimo, e poi di aprire su fb un profilo autore a parte, ma per ora mi sembra abbaia poco senso visto che non ho libri solo miei da promuovere. Questa antologia è potente sotto il profilo erotico,Continua a leggere “Le dieci stanze”

Fucsia

Alle  volte mi diletto a scrivere per qualche antologia, questa è un misto di racconti erotici e noir, un torbido incrocio. Se vi andasse di leggerla vi lascio il link per Amazon, intanto ecco un piccolo estratto del mio racconto. Sono stanca, la lezione di aerobica di stamattina adesso si fa sentire tutta. Ormai passoContinua a leggere “Fucsia”

“Il bar” seconda parte

Non ammetteva mai a se stessa di avere bisogno di qualcuno, detestava la sola idea, ogni suo gesto e parola dovevano dichiarare la sua indipendenza, soprattutto dagli uomini, soprattutto da quando era rimasta sola. Lei fece per alzarsi e lui vedendola leggermente barcollare le si accostò accanto, nel sorreggerla le mise una mano sotto ilContinua a leggere ““Il bar” seconda parte”

Stasera e prima parte “Il bar”

Stasera devo fare delle letture erotiche con una mia amica scrittrice, non scrivo spesso racconti erotici, anzi ne ho scritto solo uno così per cimentarmi con generi diversi e sostanzialmente per verificare il mio livello di pudore e curiosità. Lei ha scritto un un libro molto intenso con  protagonista una donna che scopre un altroContinua a leggere “Stasera e prima parte “Il bar””

Il corpo raccoglie tutto

Sarebbe stato diverso se non avessi iniziato io? se non fossi rimasta qui troppo a lungo sola con lui nell’altra stanza? sarebbe stato diverso?perché devo sempre perdonarmi qualcosa?, perché non posso semplicemente essere qualcosa di buono di proficuo, giusto?! Ho iniziato a scrivergli perché volevo si innamorasse di me, ma non è andata così nonContinua a leggere “Il corpo raccoglie tutto”

Gara di resistenza

“Ogni giorno ci provo a resistere, a ricominciare, a non arrendermi perché anche se è difficile, anche se sembra che remi tutto contro appartengo alla parte del mondo fortunata, ma non pensavo che avrei conosciuto il significato di alcune parole come disposofobia, parafilia, stato vegetativo, e una vecchia parola che torna ad accogliermi lenta, inesorabileContinua a leggere “Gara di resistenza”

Confessioni

Esperimento a quattro mani, ringrazio Elena B. per aver provato a calarsi con me in questi due personaggi. 10/10/2010 Ti scrivo solo perché mi è stato fortemente consigliato, che è un obbligo, un’imposizione a metà. Ho iniziato la terapia, 1 volta a settimana, per ora solo una seduta. Mi aiuterà ad accettare, dicono, a superare…Continua a leggere “Confessioni”

Sembrava un giovane puledro

A volte per andare avanti bisogna tornare indietro, alle origini. A prima delle delusioni, a prima delle scelte sbagliate, a quando si poteva ancora scegliere e non si doveva solo accettare il risultato; il problema è non sbagliare la data del ritorno, altrimenti si rischia di ritrovarsi in un 1985 alternativo. Riccardo, di queste coseContinua a leggere “Sembrava un giovane puledro”